Richiedere contributo traslochi e depositi

    CHI PUÒ FARE DOMANDA
    Proprietari, usufruttuari, conduttori, comodatari o assegnatari, titolari di diritti reali di godimento (che si sostituiscono ai proprietari delle unità immobiliari) di abitazioni principali sgomberate  a seguito degli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016, per inagibilità totale sulla base della schede AeDES  con esito E oppure con con esito B e C purché abbiano comunque subito danni gravi.

    COME FARE DOMANDA
    La richiesta di contributo deve essere presentate entro 60 giorni dal pagamento delle spese di trasloco presso il Comune dove si trova l’immobile inagibile utilizzando il modulo appositamente pedisposto dall'USR Umbria.
    La richiesta di contributo, deve contenere la dichiarazione sostitutiva con gli estremi identificativi, la data del provvedimento di sgombero dell’abitazione, la descrizione del numero e della tipologia dei mobili e/o suppellettili. Vanno inoltre allegati la copia delle fatture e/o delle ricevute delle spese effettivamente sostenute.

    COSA FA IL COMUNE
    Entro 7 giorni dal ricevimento della domanda il Comune procede all’inoltro all’Ufficio Speciale Ricostruzione - Umbria, insieme alla documentazione prodotta dal richiedente allegando copia del provvedimento di sgombero totale dell’abitazione e il  certificato di residenza.

    COSA FA L'UFFICIO SPECIALE PER LA RICOSTRUZIONE
    L’Ufficio Speciale Ricostruzione Umbria, entro 40 giorni dalla ricezione delle domande, determina la spesa ammissibile e l’entità del contributo. Può inoltre richiedere al beneficiario integrazioni o chiarimenti che devono pervenire entro 15 giorni.
    L’Ufficio Speciale Ricostruzione Umbria comunica quindi al beneficiario l’accoglimento della domanda specificando l’ammontare del contributo o il rigetto della stessa con l’indicazione delle ragioni del mancato accoglimento.

    IMPORTO DEL CONTRIBUTO
    Il contributo è determinato sulla base delle spese effettivamente sostenute e documentate per il trasloco e il deposito temporaneo dei mobili e dei suppellettili per un massimo di euro 1.500,00 per ogni nucleo familiare.

    EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO
    In caso di accoglimento della domanda, l’Ufficio Speciale Ricostruzione Umbria procede – entro venti giorni dalla comunicazione di accoglimento – al pagamento del contributo riconosciuto e nei 20 giorni successivi provvede al pagamento.

    RIFERIMENTI NORMATIVI
    L' Ordinanza del Commissario straordinario n. 21/2017  regola l'assegnazione dei contributi per le spese di trasloco e deposito temporaneo di mobili e suppellettili di abitazioni dichiarate inagibili nei territori delle Regioni Umbria, Marche, Lazio ed Abruzzo a seguito degli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016.
      •    ordinanza-n-21-del-28-4-2017 
      •    ordinanza-n-41-del-2017-durc-congruita (con modifiche ordinanza n. 21/2017)

    NOTA BENE
      •    Nel caso di schede AeDES con esito B e C, per danni gravi si intendono quelli individuati dalla  Tabella 1 (link) allegata all’ordinanza n. 19 del 2017, che risultino documentati dal richiedente e verificati dall’Ufficio Speciale per la Ricostruzione prima dell’autorizzazione alla progettazione dell’intervento di miglioramento sismico sull’intero edificio.
      •    Ad oggi non è ammissibile a contributo il deposito di beni mobili presso container o altre strutture mobili acquistate e/o noleggiate dai richiedenti.
      •    Montaggio e smontaggio degli arredi sono ammissibili al contributo di cui all’O.C. n. 21/2017 anche qualora le opere non costituiscano prestazioni accessorie al contratto di trasloco e, quindi, siano state espletate e fatturate a parte di una ditta diversa da quella che ha effettuato il trasloco.

    AllegatoDimensione
    PDF icon Richiesta contributo spese trasloco158.89 KB
    data_mod_cittadino: 
    Mercoledì, 21 Febbraio, 2018